Loading...

 

 

 

BUSINESS

15/09/2016

Guido e Alessandro: con la Teddy per costruire il nostro futuro

La storia di Guido e di Alessandro, affiliati del Gruppo Teddy, inizia con una sfortuna. Da qualcosa che forse avrebbe spento l’intraprendenza più accesa. A raccontarlo è lo stesso Guido che abbiamo incontrato nel negozio Terranova di Bastia Umbria. “Questa avventura inizia nel 2013. Io prima avevo un ingrosso di biancheria per la casa, ma purtroppo per un evento atmosferico si è allagato il magazzino e abbiamo perso tutto. Ci siamo dovuti reinventare un lavoro. Questo ha portato all’incontro con Alessandro, il mio attuale socio, con il quale abbiamo aperto un punto vendita di pronto moda a Poggibonsi”. Il negozio apre, ma da sempre Guido ha un pallino: aprire un negozio Terranova.

 

 

Dalla sfortuna alla realizzazione di un sogno

 

 “Dopo il negozio di Poggibonsi – racconta Alessandro, che ha conosciuto Guido ai tempi dell’ingrosso – abbiamo visto una location che ci è piaciuta molto. Volevamo fare lì qualcosa d’importante. Abbiamo deciso insieme che era il momento di diventare affiliati Teddy. Lo volevamo così tanto, ci sentivamo così tanto già affiliati Teddy, che non avevamo precisato al proprietario dell’immobile che ancora i contatti con la Teddy li dovevamo prendere… Questa cosa ci ha dato ragione”.

Perché proprio la Teddy? A spiegarlo è Guido: “In Umbria Terranova, e quindi la Teddy, vuole dire un’azienda con una storia, con una formula vantaggiosa per l’imprenditore e un’azienda che sta vicino agli affiliati e con una visione del futuro. Per noi non c’erano alternative”.

Così la tenacia di Guido e Alessandro si sono unite alla fiducia che la Teddy ripone in chi ha voglia di costruire qualcosa di grande. Mesi di lavoro, di trattative e di trepidazione fino ad arrivare al giorno più bello, quello dell’apertura del primo negozio: “Abbiamo affrontato tutta una serie di difficoltà economiche e finanziarie. Abbiamo fatto nottate in cantiere per visionare i lavori, ci siamo fatti alcuni lavori da soli per risparmiare anche l’ultimo centesimo. Siamo arrivati che non avevamo nemmeno i soldi per mettere il fondo cassa. Per fortuna Alessandro è una persona oculata e aveva messo da parte 500 Euro. Siamo arrivati tesissimi. Quando abbiamo aperto le porte e visto tanta gente che entrava, eravamo io, Emanuele e Alessandro, ci siamo girati e  messi a piangere perché è stata un’emozione immensa. L’arrivo a un obiettivo che sembrava irraggiungibile”.

 

1,2,3,4,5 e 6 negozi con quasi 100 persone

 

 

Dopo quel primo negozio, l’esperienza positiva,  la voglia di crescere di Guido e Alessandro non si ferma e dopo il primo negozio ecco gli altri…

“Noi abbiamo sempre sentito il desiderio, e in questo il sogno Teddy lo sposiamo totalmente,  di costruire un’azienda grande dove tanta gente possa trovare lavoro, dove comunque ci sia la possibilità di guadagnare. Questi sono i primi obiettivi per cui portiamo avanti la nostra impresa. Senti che ti devi spingere oltre per fare qualcosa di più. Noi siamo passati da uno a sei perché le sensazioni iniziali erano giuste e abbiamo capito Teddy era il partner giusto per costruire il nostro futuro. Quando abbiamo letto nella sede a Rimini il sogno di Vittorio, ci siamo guardati e detti: «E’ quello che abbiamo sempre cercato».

Da 1 a 6 coinvolgendo tante persone, circa 60 e, con i due negozi che apriranno in questi giorni, il quinto e il sesto, l’impresa di Alessandro e Guido arriverà a circa 80 persone. “I negozi stanno andando bene altrimenti non continueremo ad aprire. Quindi sicuramente siamo soddisfatti” commenta Alessandro e Guido aggiunge: “In un momento come questo vedere che si riesce a andare avanti, a creare occupazione in un momento in cui il lavoro è diventato necessario per le famiglie anche per un fatto di dignità, è qualcosa che ti dà veramente gioia”.

 

Il primo negozio Calliope

 

 Proprio in questi giorni Guido e Alessandro apriranno, dopo 5 negozi Terranova, anche il primo Calliope. Guido spiega il perché: “L’idea di fare un fast fashion che ha un particolare che lo rende più glamour, che quindi lo distingue dagli altri, è una scelta che secondo me porterà alla vittoria. Oltretutto si sposa con un format che, secondo me, oggi è veramente  in tema, è veramente coerente con il prodotto. Quindi vedo un futuro importante in Calliope. Quindi abbiamo deciso di investirci perché ci crediamo tanto”.

Quando si crede tanto in quello che si fa, si impara a rischiare e a gestire con intelligenza, a imparare dagli errori e a sfruttare i punti di forza e  l’amore per il proprio lavoro arriva anche ai clienti, come conclude Guido: “Quando tu in quello che fai ci metti l’amore, la passione, quella di cui abbiamo sempre sentito parlare dentro questa azienda, significa che quando vendi un capo stai trasferendo parte dell’amore che tu hai messo nel tuo lavoro, parte di quella passione lì… Questo arriva, dai ‘dai piani alti’ fino a noi affiliati. E secondo me arriva anche ai nostri clienti!”.

 

Condividi su

 

BACK

 

 

 

 

Utilizziamo i nostri cookies, e quelli di terzi, per migliorare la tua esperienza d'acquisto e i nostri servizi analizzando la navigazione dell'utente sul nostro sito web. Se continui a navigare, accetterai l'uso di tali cookies. Per saperne di più, consulta la nostra Politica sui Cookies.